Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile

Z9E3crlI1A
Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile
Borsa Elisabetta Franchi dal design sofisticato e glamour-chic. Questo elegante modello è caratterizzato da una morbida superficie in pelle sintetica con una raffinata patta impreziosita dal maxi logo metallico del brand applicato in basso che funge da chiusura a girello. Funzionali sono gli interni foderati e muniti di un singolo taschino a toppa. Maestosa è la tracolla a catena removibile con massima lunghezza di 54 cm che permette di indossarla comodamente a spalla mentre il manico singolo dalla cromia a contrasto permette di indossarla a mano. Stagione: Primavera/Estate 2018 Designer code: BS53A 82E2
Composizione: 100% ECO
Misure in cm: 25x13,5x6 ; 6 ( ? )

Giglio code: A14462 Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile Borsa mini in pelle sintetica con manico e tracolla removibile

L’amministratore delegato di Tim, Flavio Cattaneo, è pronto a dimettersi nei prossimi giorni dopo lo scontro con il principale azionista,  i francesi di Vivendi .

Tim comunica in una nota che «sono in corso di convocazione il Comitato Nomine e Remunerazioni», nonché, a seguire,  il Consiglio di Amministrazione , «con all’ordine del giorno l’esame della proposta di definizione consensuale dei rapporti fra la Società e il dottor Flavio Cattaneo. Deliberazioni conseguenti». È previsto che le riunioni si terranno il prossimo lunedì 24 luglio, si legge nella nota.

Provate a pensare a quante volte prendete il vostro smartphone per scrivere o per leggere i messaggi che iniziano ad arrivare (o che iniziate a scrivere) a partire da quando vi svegliate sino alla conclusione della giornata. Noi abbiamo fatto un conteggio e abbiamo visto che tra Messenger, Telegram e ahimè anche Whatsapp riusciamo ad arrivare ad una  media di 300 messaggi al giorno!  In alcuni periodi di super lavoro arriviamo anche a 500. Tanti vero?

La nostra app preferita per scambiare messaggi tra amici e colleghi rimane comunque  Messenger di Facebook , facilmente accessibile da smartphone e da pc e dove possiamo contattare tutti i nostri amici di Facebook, creare gruppi, attivare (o silenziare) notifiche.

Qualcuno ironizza: il vincolo,  il paletto “antifurbi” che il governo sta considerando , una volta c’era già, e si chiamava articolo 18. In ogni caso la discussione è ancora all’inizio, anche perché la pressione politica di Confindustria per ottenere uno sgravio molto più forte e generalizzato è molto pesante, e trova l’appoggio dell’area intorno al segretario del partito democratico Matteo Renzi. Sull’altro piatto della bilancia, la necessità di evitare che si ripeta lo sconcio dei primi voucher, che divennero il grimaldello per una ulteriore precarizzazione del mondo del lavoro. Stretto tra queste opposte esigenze, e obbligato a fare i conti con una cronica insufficienza di risorse, il  governo Gentiloni  sta considerando le mosse da fare. Ad esempio, è possibile che lo sgravio massimo salga un po’ oltre i 3250 euro annui; oppure, che la platea dei possibili assunti arrivi fino ai 34-35 anni di età. Si studia anche se limitare il divieto al licenziamento per motivi economici di lavoratori con la stessa mansione di quello assunto con gli sgravi (ma in questo caso già ora il lavoratore licenziato ha un’altissima probabilità di vincere la causa) o se prevedere che il divieto, pena la perdita dell’incentivo, sia esteso a tutto il personale dell’azienda che ha avuto accesso al beneficio.

E’ possibile che alla fine  i “paletti” per impedire abusi  nel passaggio licenziamenti-assunzioni con bonus vengano resi meno stringenti, anche per evitare un “sabotaggio” della misura da parte delle imprese, scontente di fronte a vincoli troppo rigidi. Ai tempi, il governo Letta varò un bonus simile, ma lo sgravio scattava solo se con la nuova assunzione si verificava un aumento dell’occupazione nell’azienda rispetto all’anno precedente: fu un flop. Come è stato un flop - solo 21.800 neoassunti stabili e 40.000 trasformazioni da gennaio a maggio - il generoso bonus di Garanzia Giovani, che scade quest’anno.

Centinaia di migliaia di prodotti di ogni tipo a  prezzo superscontato , ma solo per  trenta ore con offerte lampo , a partire dalle  18 di lunedì 10 luglio . È la nuova maratona di shopping on line lanciata da  Moda Cammello Mou Eskimo Sneaker Stivaletti EY457821
 
con il  nuovo Prime Day,  l’evento con promozioni riservate ai  clienti Prime  o a chi – magari proprio approfittarne l’occasione – vuole diventarlo (i primi 30 giorni sono gratis, e senza impegno).

L’evento cade esattamente  un anno dopo la sua  prima edizione ,  che si è subito rivelata un successo planetario.